Lunedì…. piedin piedino

Oggi abbiamo pensato di mettere in moto i nostri sensi

partendo dal basso….

tolte scarpe e calzini

abbiamo predisposto un cammino speciale

un pò ruvido, un pò luccicante

ma anche morbido, pizzicante

liscio, gasato, leggero, rumoroso……

ci siamo divertiti a “sentire” con i piedi.

Chi era timoroso, un pò alla volta si è lasciato andare….

fidandosi prima delle mani, poi dei piedi.

 

20160215_110154

20160215_110106

20160215_110055

 

In questa attività abbiamo usato tutto materiale di riciclo,

e se ne  possono aggiungere

tantissimi altri  per allungare il percorso,

anche  “liquidi” nel caso di una calda estate!

 

Per rilassarci ancora di più

abbiamo fatto un massaggio ai piedi

con una cremina profumata

20160215_111335

20160215_110956

butt

 

Il Piede del bimbo

Il piede del bimbo non sa di essere piede,
e vuole essere farfalla o mela.
Ma presto i vetri e le pietre,
le strade, le scale,
e i cammini della dura terra
insegnano al piede che non può volare,
che non può essere frutto rotondo sul ramo.
Il piede del bimbo allora è stato sconfitto,
è caduto in battaglia,
è stato fatto prigioniero,
condannato a vivere in una scarpa.

Pablo Neruda

E ghiaccio sia!

Che bello giocare con l’acqua,

qualsiasi forma essa assuma…. anche quella ghiacciata.

 

frt

e

er

le foto parlano da sole…. toccare, sentire, vedere, scappare…

20160118_105920

ognuno a modo suo, con i suoi tempi, con il suo ritmo

20160118_105308

adele

w

con stupore e meraviglia quella vera, fresca e sincera propria dei bambini

20160118_105752

che ci fa stare ad osservarli e a giocare con loro

ma

 

e poi il ghiaccio è opaco, trasparente, freddo, brrrrrrrr, scivoloso, liscio….

il ghiaccio suona, fa rumore

mani

e se si aspetta un pò si scioglie davvero…. ma questo è un altro gioco!

 

p.s. Piccola personalizzazione della  Scatola azzurra 🙂

20160118_111613

 

 

La cosa più importante nella vita è vedere con gli occhi di un bambino. Einstein

Children’s natural rights

 

2. The right to get dirty
to play with sand, earth, grass,
leaves, water, pebbl
es, little branche

 

 

let’s go out …..

 

20160112_103535

“The child as capable, independent, inquisitive and innately driven to learn.

Learning as an experience, not separate from, but deeply rooted in life,

and life, the world around us, part of us, open and available for the children to explore and discover, to interact with, naturally.”

 

20160112_104542

e che c’è di più bello di stare fuori all’aria aperta?

 

20160112_104352

 abbiamo raccolto gli ultimi fiori gialli del tarassaco (o i primi dipende dal punto di vista) e i suoi magnifici soffioni, del rosmarino profumato e abbiamo preparato un caffè verde a più mani…..

 

20160112_104355

 

moka abbandonata in attesa di altre avventure

 

 che non tardano arrivare…..

evviva il nascondino nel nostro “bosco”

f

Trovati!!!

“un bambino ha piccole mani, piccoli piedi e piccole orecchie, ma non per questo ha idee piccole.”

da che cos’è un bambino? di Beatrice Alemagna

 

 

#non è una scatola….

 Non sappiamo se è il libro che oggi ha ispirato

questo gioco o il gioco che ci ha fatto tornare in mente il libro

e lo abbiamo letto ai bimbi…

 

20160107_105110

 

non è una scatola

 

20160107_103656

 

…. se ci fai delle fessure e prendi dei tappi colorati

 

20160107_103240

 

le manine intraprendenti dei bimbi faranno il resto…..

20160107_104049

 c’è chi fa la raccolta

20160107_104124

   c’è chi lancia e chi inserisce….

20160107_103235

poi leggiamo il libro sedendoci sopra

20160107_105901

lo ascoltiamo attenti

20160107_105818

complici i colori a cera…. la non scatola diventa un altro gioco si trasformerà in 

una macchina da corsa

 

20160107_112811

20160107_124019

 

troppo bello!   che dite? e voi come giocate con i vostri bimbi?